A. S. 2016/2017, trasferite alcune classi della primaria Manzoni in Piazza Unità d’Italia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La notizia è ufficiale, per il prossimo anno scolastico, alcune classi della scuola primaria Manzoni, verranno trasferite per motivi di esubero, nel plesso scolastico della media in Piazza Unità d’Italia. Contrariamente però a quanto già noto, non saranno le classi quinte, a logica le più adatte al trasferimento, ma almeno due delle classi prime iscritte al prossimo anno scolastico. Per saperne di più, abbiamo voluto sentire l’Assessore Rita Zecchini che si è subito resa disponibile.- Assessore, ci dica qualcosa di più in merito a questa faccenda -, “Sin dal mese di dicembre, ancor prima che si iniziassero le iscrizioni, abbiamo avuto un incontro con le dirigenti scolastiche dei due Istituti comprensivi preavvisando che nell’anno scolastico 2016/2017, ci sarebbe stato un aumento degli studenti della primaria ma che ancora, non eravamo in grado di indicare il bacino di utenza che sarebbe stato in esubero. A gennaio, con in mano dati più certi, abbiamo evidenziato che l’utenza in più sarebbe stata per entrambi gli istituti ( anche se dai dati sembrava maggiore quella del bacino di via Manzoni). Essendo  però il plesso già al limite della capacità abbiamo dovuto studiare delle soluzioni per accogliere tutti gli studenti in più proprio per questo istituto. Dopo attenta analisi e valutazione da parte  degli uffici comunali e dopo essermi confrontata con la Dirigente e le sue collaboratrici, pur considerando alcune criticità legate allo spostamento di due o più classi, si è ritenuto che l’unica soluzione fosse quella di trasferire per un anno  alcune classi presso la media di Piazza Unità d’Italia, in attesa della conclusione dei lavori del nuovo polo di via Goldoni. Nella delibera della giunta comunale del 2 febbraio u.s., si ipotizzava di trasferire le classi quinte sia per questioni di età, più vicina agli studenti più grandi, ma anche per sfruttare questo anno come un anno di “transizione” in modo che potesse essere utile per abituare i  ragazzi al contesto scolastico delle medie che comunque l’anno dopo avrebbero frequentato.” – Quindi cosa è successo, come mai la decisione presa è diversa? – “Abbiamo comunicato la decisione presa alla Preside, la quale in un incontro che abbiamo avuto il 2 marzo in Comune ha messo a conoscenza il consiglio d’istituto  e il collegio  dei docenti, quest’ultimo ha deliberato che a doversi trasferire sarebbero dovute essere due classi prime anziché le quinte”. – Si sanno le motivazioni? – Ci è stato spiegato che le insegnanti delle classi quinte, lavorano in team, e trasferirne una parte avrebbe creato criticità a livello organizzativo, si è poi pensato anche ai ragazzi, ormai abituati alla struttura e a compagni di scuola che comunque frequentano già da quattro anni.” – Verrebbero comunque garantiti tutti i servizi? – “Assolutamente, saranno garantiti il trasporto, il servizio mensa, il pre-scuola e il nuovo servizio del post-scuola (sempre che sia raggiunto il numero minimo previsto dal servizio la cui attivazione è già stata portata in Commissione e messa in approvazione nel prossimo consiglio comunale)” – Quindi bisogna solo aspettare che il nuovo polo sia pronto, in modo che dalla seconda in avanti questi bimbi possano essere reintegrati con i loro coetanei? – “Si , il nuovo polo sarà pronto nell’autunno di quest’anno, ma poi dovranno essere effettuate le opere complementari, quindi per l’anno scolastico 2017/2018 entrerà in funzione, a questo punto una parte  delle classi della  scuola di via Manzoni verrà trasferita in modo da permetterne la ristrutturazione, una migliore vivibilità  e spazi adeguati per tutte le attività  della scuola”.

Approfondimenti: http://www.cernuscoinsieme.it/20163720576.html