Bilancio partecipativo di Melzo: cosa fare di centomila euro lo decidono i cittadini

Come per New York, Parigi, Milano ed altre città italiane, anche Melzo intende favorire il dialogo tra popolazione e istituzioni decidendo di inserire fra le sue iniziative il Bilancio Partecipativo, ovvero uno strumento di trasparenza che permetta ai cittadini –  attraverso un incontro informale nelle aule consiliari –  di proporre, progettare e votare interventi mirati per il proprio territorio o il proprio quartiere.

La percezione di chi vive la città

Il budget di cui i Comuni dispongono deve rispondere ai bisogni concreti dei cittadini. «Pensiamo sia importante che tutti possano intervenire attivamente nelle scelte amministrative fondamentali, realizzando la più ampia partecipazione  possibile (…). Passo importante in tale prospettiva sarà il Bilancio Partecipativo, con il quale si destinerà una porzione del bilancio comunale al finanziamento di iniziative individuate tramite un processo democratico di partecipazione.» Ed ecco che l’Amministrazione estende alla cittadinanza l’invito a partecipare alla prima edizione di “Decido anch’io”,  la serata di presentazione del progetto che prenderà ufficialmente il via a Melzo giovedì 27 settembre alle ore 21.00 presso Palazzo Trivulzio (Sala Vallaperti) in via Dante 2. 

Un importante momento di democrazia diretta

Una sfida tecnologica ma anche culturale per poter creare un sistema di risposte rapido per gli abitanti di Melzo e che consentirà loro di destinare una parte del bilancio comunale ammontante, per questa prima edizione, a centomila euro.

Katia Ardemagni



ADS

GDPR COOKIE POLICY: Per poter gestire al meglio la tua navigazione su questo sito verranno temporaneamente memorizzate alcune informazioni in piccoli file di testo denominati cookie. È molto importante che tu sia informato e che accetti la politica sulla privacy e sui cookie di questo sito Web. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra politica sulla privacy e sui cookie. OK, Accetta Informazioni