Carugate, il Circolo del Popolo della Famiglia in piazza per il “reddito di maternità”

Dopo l’inaugurazione ufficiale del 18 gennaio scorso, il nuovo Circolo del Popolo della Famiglia di Carugate inizia la sua attività sul territorio con i banchetti per la raccolta firme sia sulle prossime europee sia sulla legge di iniziativa popolare del “reddito di maternità”. I banchi saranno allestiti sabato 9 febbraio  dalle 9 alle 12.30 in piazza del mercato (Aldo Moro), domenica 10 febbraio dalle 8.30 alle 12.30 in piazza della chiesa (P.zza Manzoni) e dalle 14 alle 16.30 in via Pio XI (isola pedonale zona BCC/Oratorio).

“In questi giorni abbiamo raccolto tanti consensi e attestati di stima ed incoraggiamento per questa iniziativa”, ha dichiarato Carlo Barazzetta, Presidente del circolo, “Ora è il momento di iniziare la nostra campagna di sensibilizzazione sui temi a noi cari, convinti che siano temi e valori condivisibili da tutti”. “Il nostro intento” ha proseguito Barazzetta “è quello di rimettere al centro dell’azione politica la famiglia, non i singoli cittadini, o i pensionati, o i disoccupati, perché la persona vive in un contesto di famiglia, che è la prima cellula di solidarietà e deve essere la prima ad essere sostenuta a partire dalla possibilità di fare dei figli”.

La legge di iniziativa popolare sul “reddito di maternità” prevede per le donne che scelgono di dedicarsi alla famiglia e ai figli un sostegno di 1.000 € al mese per 8 anni consecutivi. Una proposta di legge “sostenibile dal punto di vista economico, a causa del tasso di natalità molto basso in Italia, una stagione di inverno demografico che vogliamo invertire tutti insieme perché il futuro di un popolo si costruisce solo così” riporta una nota del Circolo.

Foto: www.facebook.com/PdFCarugate/



ADS

GDPR COOKIE POLICY: Per poter gestire al meglio la tua navigazione su questo sito verranno temporaneamente memorizzate alcune informazioni in piccoli file di testo denominati cookie. È molto importante che tu sia informato e che accetti la politica sulla privacy e sui cookie di questo sito Web. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra politica sulla privacy e sui cookie. OK, Accetta Informazioni