Milano Design Week 2018: guida agli eventi top del Fuorisalone

Come ogni anno, a Milano è iniziata la Design Week e, a fare da cornice al Salone Internazionale del mobile in programma in zona Rho Fiera (la cui apertura al pubblico è prevista solo sabato 21 e domenica 22), ci sono tantissimi eventi, tra cui mostre, installazioni, incontri con designer emergenti e affermati, party (alcuni con open bar) e concerti. Come orientarsi, dunque, tra gli eventi in programma nel Fuorisalone? IlPunto24.it ha selezionato alcuni degli eventi più curiosi e interessanti della settimana più “creativa” dell’anno.

La nostra TOP FIVE

1) Partiamo dal cuore della città di Milano, piazza Duomo, dove è stata allestita, davanti al Palazzo Reale, una delle istallazioni più particolari di questa Design Week, il Living Nature: La Natura dell’Abitare, sviluppato con la collaborazione dello studio internazionale di design “Carlo Ratti Associati”. Si tratta di un’installazione che, in uno spazio di 500mq per cinque metri di altezza, racchiude i quattro microcosmi naturali e climatici e che permette ai visitatori di immergersi nella natura e viverne i cambiamenti attraversando le quattro aree rappresentanti le quattro diverse stagioni climatiche. Il progetto, interamente realizzato nel rispetto del clima e dell’ambiente, dimostra che è possibile non inquinare il mondo che ci circonda.
info: https://fuorisalone.it/2018/it/eventi/1413/Living-Nature

2) Poco distante si trova la 5vie Design Week 2018  che si svolge in una zona centralissima di Milano, Piazza Affari, nei pressi di via Santa Marta, via Santa Maria Podone, via Santa Maria Fulcorina, via Bocchetto e via del Bollo. Storiche botteghe artigiane, curiosi atelier e showroom sono aperti al pubblico e mostrano una delle zone più antiche della città in una luce diversa, in chiave avanguardistica e proiettata verso il design e l’innovazione. Tra le novità del 2018 spicca la riapertura dello Spazio Ex-Meazza, iconico ferramenta del dopoguerra in Piazza Massaia e la mostra Unsigheted a cura di Nicolas Bellavance-Lecompte allestita in via Cesare Correnti 14 in cui vengono esposti i lavori di designer da tutto il mondo e a cui è stato chiesto di concepire dei pezzi senza conoscerne la contestualizzazione e la destinazione finale. Anche Palazzo Litta in corso Magenta partecipa all’evento con The Litta Variation/4th Movement: nel meraviglioso cortile d’onore è presente l’installazione dello studio di progettazione londinese Asif Khan mentre, negli altri spazi della struttura, è presente un’ampia mostra di design internazionale.
info: https://fuorisalone.it/2018/it/percorso/7/5vie-artdesign

3) Alla nostra lista non può ovviamente mancare uno degli eventi più celebri del Fuorisalone: il Brera Design District, in zona Brera, uno dei quartieri più belli e conosciuti del capoluogo lombardo. Il fil rouge lungo il quale sono stati realizzati i lavori esposti quest’anno è il Be Human, ovvero il progettare con empatia che considera gli utenti il punto di partenza nell’ideazione di un prodotto. Da non perdere: in piazza XXV Aprile il Don’t Call Me, l’iconico albero della Timberland ricreato con una silhouette femminile con un cuore che batte e Corallo di Cristina Celestino che ricrea lo storico tram 1928, trasformandosi in un “salotto” itinerante per le strade di Brera tra passato e presente. Tra i fulcri del distretto c’è il Brera Design Apartament (via Palermo 1) dove, tra le stanze di questa caratteristica abitazione meneghina, si sviluppa un percorso in cui il design si mischia con l’alto artigianato. Tra le novità del 2018 segnaliamo la Food Court allestita all’interno del celebre Liceo Classico Parini e che offre street food italiano e internazionale,realizzato anche grazie agli studenti del liceo.
info: http://www.breradesigndistrict.it/

4) In zona Castello Sforzesco e Parco Sempione c’è un altro evento imperdibile: Inhabits, grande mostra a cielo aperto sulla città del futuro, presentata da DDN, in collaborazione con Killer Kiccen e Unconventional Events. Una grande città di 10.000 mq, che si estende tra via Beltrami e piazza Castello, mostra in anteprima come sarà la città e la casa nel futuro e presenta, grazie alle living unit, assolute protagoniste dell’esposizione, tutte le novità che ci saranno in termini di tecnologie, di materiali, di montaggio legate sia all’ambito domestico che urbano. Ci sono due aree dedicate agli approfondimenti dedicati al design e all’architettura : la Spech Arena dove i visitatori possono assistere a talk tematici, letture e incontri con architetti ed esperti di design e la Kids Arena, dedicata ai bambini, con laboratori e workshop che avvicinano i più piccini al mondo del design.
Per info e orari: http://archivio.fuorisalone.it/2017/it/eventi/864/INHABITS-MILANO-DESIGN-VILLAGE

5) Molto interessante anche l’Innovation Design District, nato quest’anno in zona Porta Nuova/Porta Volta e che presenta un percorso che conduce il visitatore verso la città ideale sempre più a misura d’uomo e capace di stimolare uno stile di vita sostenibile. Tra gli eventi più originali troviamo la Icon Design Talks, in cui il pubblico può ascoltare la voce dei protagonisti dell’architettura e del design e la Edison LightHenge, in piazza Gae Aulenti, un’opera luminosa curata da Stefano Boeri Architetti, e che rappresenta una piazza nella piazza che di sera si trasforma in una scultura luminosa. Sempre nella stessa piazza c’è l’Hidden Garden, prodotto dallo studio fiorentino Pierattelli Architetture, un’oasi dove ritrovare il piacere di una passeggiata nel verde e che, in maniera suggestiva, muta dal giorno alla notte. È  prevista, inoltre, per venerdì 20 la performance della cantante Margherita Zanin che interpreterà Il cielo in una stanza di Gino Paoli.
info: https://www.edison.it/it/innovation-design-district

Ovviamente questi sono solo alcuni degli innumerevoli eventi in programma durante questa settimana. Consigliate per un design tour anche le zone di Sant’Ambrogio, Lambrate, Porta Genova, nello specifico via Tortona, NoLo (North of Loreto), zona emergente che ospita per la prima volta gli eventi del Fuorisalone e l’Università di Milano, La Statale, meglio conosciuta come la Cà Granda ( via Festa del Perdono 7) dove, passeggiando tra gli antichi chiostri quattrocenteschi si possono ammirare le innovative installazioni della House in Motion, organizzata dal magazine Interni. Ma, per la prima volta, anche Cernusco sul Naviglio partecipa all’evento con Cernusco District of Independent Makers

Liliana Continisio



ADS

GDPR COOKIE POLICY: Per poter gestire al meglio la tua navigazione su questo sito verranno temporaneamente memorizzate alcune informazioni in piccoli file di testo denominati cookie. È molto importante che tu sia informato e che accetti la politica sulla privacy e sui cookie di questo sito Web. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra politica sulla privacy e sui cookie. OK, Accetta Informazioni