Il Sole tra le mani: l’autore Roberto Ritondale presenta il suo romanzo alla Bottega del Libro

Sabato 25 marzo a Cernusco sul Naviglio presso la Bottega del libro e in collaborazione con l’Associazione culturale Clio, si è tenuta la presentazione del romanzo “Il sole tra le mani” dello scrittore salernitano Roberto Ritondale, giornalista e autore di diversi libri. La presentazione del romanzo, edito da Leone Editore, è stata condotta da Carmen Lo Presti, responsabile di redazione de ilpunto24.it la quale, tramite domande acute, ha dato la possibilità a Ritondale di coinvolgere i presenti nel vivo del romanzo e della complessa natura del protagonista.

Ne è emersa una personalità atipica, fortemente empatica, ipersensibile, intricata, permeata di chiaroscuri e vuoti affettivi mai colmati. Aldo Montesi, questo il nome del protagonista, percorre la sua vita sull’onda di ricordi volutamente e inesorabilmente eliminati, nel drastico intento di rimuovere – gettando via ogni sua foto – tracce di un passato denso di sofferenza e di nostalgia logorante. Incapace di sbloccare i propri limiti ma assetato di esperienze, osserva il prossimo nel luogo più oscuro e desolato, il cimitero, costringendo se stesso a definirsi come un “voyeur del lutto” che, passivo innanzi  allo svuotamento d’amore dal suo animo,   tenta di demonizzare la paura della fine crogiolandosi nella fine stessa altrui, rendendosi – metaforicamente  –   l’emblema dell’uomo moderno, annichilito,  sfiduciato ed incapace di elaborare i propri drammi disprezzando  “il tutto”,  generalizzandolo alla massima potenza. Molte nel corso del romanzo le citazioni dell’autore portoghese Fernando Pessoa, autore amato e approfondito da Roberto Ritondale, dal quale ha tratto messaggi importanti. Intuibile, nelle sue parole, un animo fine ed esistenzialista, rapportabile ad autori come Alberto Moravia,  Jean-Paul Sartre e Albert Camus. Ciò nonostante il titolo lascia presagire una via di fuga dal mero malessere di questo genere, attraverso un’ assoluzione da parte dell’autore nei confronti del protagonista che, da passivo, troverà infine una persona in grado di leggere la sua anima generosa ma fino ad allora, inesplorata.

Dell’autore emerge uno stile assolutamente personale, intrigante, denso di simbolismi, metafore, stati di attesa. A tratti ironico e ai limiti del rocambolesco,  Roberto Ritondale con questo romanzo gioca:  con il protagonista,  mettendolo in condizioni esperienziali paradossali e con il lettore, legandolo a sé con sagacia e sfidandolo con arguti scherzi di parole. La presentazione si è dunque rivelata di grande interesse: i presenti hanno ascoltato con partecipazione le parole dell’autore il quale si è rivelato brillante e disponibile nel rispondere alle svariate domande postegli.

L’evento si è concluso con un ringraziamento particolare da parte di Roberto Ritondale nei confronti di Maria Lo Riggio, proprietaria della Bottega del Libro, da lui definita come “autentica libraia”, appassionata conoscitrice e lettrice di libri che svolge la sua attività con amore per la conoscenza.                                                                                            Katia Ardemagni



ADS

GDPR COOKIE POLICY: Per poter gestire al meglio la tua navigazione su questo sito verranno temporaneamente memorizzate alcune informazioni in piccoli file di testo denominati cookie. È molto importante che tu sia informato e che accetti la politica sulla privacy e sui cookie di questo sito Web. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra politica sulla privacy e sui cookie. OK, Accetta Informazioni