Vacanze 2018, quest’anno il viaggio è strategico

Gente che viene, gente che va. E’ il leit motiv di chi viaggia, e che ogni anno, puntualmente, si rinnova quando finalmente arriva il momento delle ferie. E rieccoci, anche quest’anno, a pensare davvero alle vacanze.  La realizzazione di un viaggio perfetto diventa un aspetto importante su cui concentrarsi, perché il popolo dei vacanzieri percepisce la vacanza come un momento unico nell’anno da arricchire con nuove esperienze alla scoperta di cultura, storia e natura delle destinazioni prescelte.

Ma quali sono le mete più ricercate dagli italiani per l’estate 2018 e quali le destinazioni più ambite?  Ce lo dice le ricerca sul web, tramite i portali booking.com e SEMrush, da quali emergono dati di prenotazioni interessati.

A viaggiare, per mediamente una dozzina di giorni, il 90% degli italiani, il cui primo pensiero riguarda il contenimento delle spese di viaggio. Ne emerge che la maggior parte delle prenotazioni sono state effettuate tramite compagnie aeree a basso costo con ryanair.com in testa, seguita da easyjet.com e vueling.com, con una predilezione per l’opzione “volo più hotel”.

Il mare è la meta preferita per le vacanze dei milanesi. E gli altri?

Il Mediterraneo è proprio un gran bel mare e si riconferma come meta prediletta degli Italiani – in generale – e dei milanesi in particolare, con Grecia e Spagna sempre gettonatissime. Ma si riscontra anche una forte ricrescita per le spiagge italiane con un interesse particolare verso Sicilia, Campania, Sardegna (più degli anni scorsi) e il Salento.

Tanta anche la voglia di vivere in modo semplice e a contatto con la natura.  A conferma, la grande ascesa della vacanza in agriturismo. I più prenotati sono quelli in Toscana, seguiti da Sicilia, Campania, Lombardia e Umbria, di cui gran parte con piscina, per accontentare tutti nei momenti di siesta.

Grande, grandissimo boom di nudisti quest’anno, anche con bambini, votati alla vita da spiaggia. In Italia ne esistono diverse ufficialmente autorizzate dalle amministrazioni locali ed altre libere in cui la pratica del Naturismo è tollerata. Il sito specializzato www.fenait.org ne fornisce un elenco dettagliato.

Un discorso a parte è quello che riguardai viaggi lunghi e le lune di miele costruite su misura. Si tratta infatti di viaggi eccezionali, alcuni dei quali somigliano più a giri intorno al mondo. Grande interesse per Perù e Giappone, in abbinamento, rispettivamente, a Caraibi e Seychelles.  Anche il Pacifico rimane il sogno per eccellenza, ma si affermano anche mete emergenti come le Isole Cook, la Nuova Caledonia e le Hawaii: chi va da quelle parti difficilmente resiste alla possibilità di estendere l’itinerario con tappe ad Hong Kong, Giappone e Nuova Zelanda.

Ma gli italiani viaggiano anche in base al cibo. Ciò che attrae moltissimi viaggiatori è infatti la possibilità di mangiare bene. E non solo in Italia, patria del buon cibo per eccellenza.  Il desiderio di sperimentare i cibi tradizionali dei paesi stranieri ha portato molti di turisti a dedicarsi ad un viaggio in gran parte gastronomico.

Impazza il cibo internazionale

Un altro filone in pieno sviluppo quello del turismo culinario, che coniuga la scoperta delle bellezze paesaggistiche e culturali con la conoscenza della cucina e dei prodotti tipici della zona visitata.

I paesi più ambiti per assaporare le cucine locali sono Malesia, Cina, Giappone, Vietnam. Ne emerge un’Asia gettonatissima e, va da sé, super connessa al mondo occidentale. Ma si viaggia anche altri i Paesi.  Ad attirare per i loro sapori, Brasile, Perù, Francia, Bosnia Erzegovina, Serbia e la nostra Sicilia, con Catania al top delle visite.

Un’ulteriore tendenza riguarda lo street food. Complici forse gli innumerevoli programmi TV sul tema del cibo da strada, le recensioni su Booking.com hanno individuato una serie di mete estere preferite dei turisti – oltre il 50% dei vacanzieri – che scelgono di girare per le città fermandosi nei vari food truck ed assaggiare le prelibatezze locali.  Ed anche in questo caso l’Asia è in vetta alla classifica delle scelte, seguita da Turchia, Messico, Brasile e, a grande sorpresa, gli USA, con New York e Portland come città di punta.

Ecco insomma un mondo, quello del turismo, in continuo aggiornamento che cerca di rispondere a esigenze sempre più evolute e personali.

A ciascuno il suo viaggio, parafrasando il grande Sciascia. Fino ad ottobre si gireranno piccole o grandi porzioni di mondo alla scoperta delle eccellenze dei territori. Perché, qualunque sia la destinazione, il viaggio rimane una delle esperienze più arricchenti: è nell’incontro con l’altro che, in fondo, non solo si crea cultura, ma si fa conoscenza anche con se stessi.

Katia Ardemagni



ADS

GDPR COOKIE POLICY: Per poter gestire al meglio la tua navigazione su questo sito verranno temporaneamente memorizzate alcune informazioni in piccoli file di testo denominati cookie. È molto importante che tu sia informato e che accetti la politica sulla privacy e sui cookie di questo sito Web. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra politica sulla privacy e sui cookie. OK, Accetta Informazioni