Cerimonia d’intitolazione per la nuova scuola di Liscate “Etty Hillesum”

 Da settembre la nuova scuola accoglierà gli studenti e diventerà un luogo di socialità per tutta la comunità di Liscate. L’occasione dell’intitolazione è un momento per condividere con tutti i cittadini lo stato di avanzamento dei lavori e per parlare di un progetto che abbiamo sempre immaginato per il futuro di Liscate ma che adesso è parte integrante del suo presente.”

È con queste parole che il sindaco di Liscate Alberto Fulgione tiene a comunicare l’avvio del progetto della nuova scuola secondaria Etty Hillesum di Liscate la cui cerimonia d’intitolazione,  organizzata dall’Amministrazione Comunale e dall’Istituto Comprensivo “P. Mascagni”, è prevista sabato 6 aprile alle ore 10.30 in via Dante Alighieri.

L’evento partirà con una visita al cantiere del nuovo edificio scolastico e proseguirà con un approfondimento che si terrà nei locali della scuola elementare.

“Continuo a lavorare e a vivere con la stessa convinzione e trovo la vita ugualmente ricca di significato”

Non è stato scelto a caso il nome della scuola. “Etty Hillesum” fu una giovane scrittrice olandese di origine ebraica vittima dell’Olocausto. Fra le sue opere, cariche di intelligenza, entusiasmo ed altruismo,  lascia in eredità un diario, testimone della  sua capacità di trarre la forza dalle proprie profondità e dalle sue convinzioni umane per condividere, fino alla fine,  la sorte del suo popolo rinunciando alla possibilità di salvarsi. Esemplare una sua frase in merito, durante i giorni di prigionia ad Auschwitz, ed estratta proprio dalle pagine del diario: “Continuo a lavorare e a vivere con la stessa convinzione e trovo la vita ugualmente ricca di significato”.

La scuola “Etty Hillesum” punta quindi ad essere un modello innovativo di cultura ed efficienza, in grado di offrire un ambiente funzionale e stimolante, ma anche attento alla valorizzazione umana dei suoi studenti ed insegnanti.

L’istituto si distingue inoltre per essere fra le prime opere pubbliche ad essere progettata, già in fase preliminare, con il modello BIM (Building Information Modeling) dall’applicazione del protocollo di “accordo collaborativo” (FAC-1 Framework Alliance Contract) da lui stesso ideato e pronto ad essere esportato su scala nazionale.  Il cantiere della scuola media di Liscate si fregia di essere il primo in Italia ad attenersi alle procedure in esso redatte, ora sperimentali, con cui si stabilisce una nuova tipologia di consenso fra le parti basata sulla riduzione risolutiva della lunga serie di problematiche che generalmente creano controversie tra gli appaltatori tali da giungere al congelamento dei lavori.

La presentazione

Oltre al Dirigente Scolastico Andrea Mario Caspani e al Sindaco Alberto Fulgione parteciperanno la professoressa di Filosofia Morale dell’Università Statale di Milano Laura Boella con un intervento sulla figura di Etty Hillesum, e il professore Giuseppe Martino Di Giuda del Politecnico di Milano, che illustrerà le caratteristiche dell’edificio della nuova scuola dal punto di vista della sostenibilità, dell’attenzione all’ambiente e della multifunzionalità degli spazi.

Katia Ardemagni

ADS

GDPR COOKIE POLICY: Per poter gestire al meglio la tua navigazione su questo sito verranno temporaneamente memorizzate alcune informazioni in piccoli file di testo denominati cookie. È molto importante che tu sia informato e che accetti la politica sulla privacy e sui cookie di questo sito Web. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra politica sulla privacy e sui cookie. OK, Accetta Informazioni