Novità per i diplomandi 2019, al via le “simulazioni” degli esami di maturità

E’ lunga la lista delle riforme che hanno riguardato la scuola italiana negli ultimi anni. Anche la maturità 2019 non manca di qualche cambiamento, uno in particolare a favore degli studenti, ai quali viene offerta l’opportunità di simulare le prove scritte e capire con quale risultato potrebbero uscire dalla scuola.

Il 19 febbraio si è infatti svolta la prima giornata di simulazioni della prima prova maturità 2019, con le classiche 6 ore di tempo a disposizione per lo svolgimento delle tracce assegnate, da scegliere fra sette ambiti (artistico, letterario, storico, filosofico, scientifico, tecnologico, economico, sociale) da sviluppare sulla base di analisi del testo, testo argomentativo o tema di attualità.

L’obiettivo è porre gli studenti in condizione, attraverso un fac-simile, di affrontare l’esame di giugno nel migliore dei modi, ma anche di fornire ai professori una maggiore percezione delle difficoltà delle prove stesse e di sperimentare con anticipo il nuovo metodo delle griglie di valutazione per l’attribuzione dei punteggi.

Bussetti: “La prova ricalcherà, per struttura e tipologia, l’Esame di giugno”

“Stiamo lavorando per un Esame che, pur in presenza di una serie di novità che entrano in vigore per effetto del decreto 62 del 2017, rispetti la preparazione affrontata in questi anni dai ragazzi – ricorda il Ministro Bussetti -. La pubblicazione degli esempi di scritto e le simulazioni serviranno agli studenti per confrontarsi con una prova che ricalcherà, per struttura e tipologia, l’Esame di giugno. Mentre il MIUR potrà acquisire elementi di valutazione che saranno utilizzati per organizzare al meglio la redazione delle tracce. La macchina amministrativa è fortemente impegnata da mesi e lo sarà anche nelle prossime settimane per accompagnare il più possibile la scuola nell’affrontare le novità previste”.

Le prossime date

Per tutti gli indirizzi di studio sono state istituite quattro giornate totali di simulazione (due per materia scritta, a seconda della scuola) a partire, appunto dall’italiano. Nel dettaglio:

Seconda simulazione prima prova scritta: 26 marzo
Simulazioni seconda prova scritta: 28 febbraio e 2 aprile

Dal sito www.tuttoscuola.com le tracce dell’Esame di Stato di Istruzione Secondaria su cui cimentarsi:

Tipologia A – Esempio 1
Tipologia A – Esempio 2

Tipologia B – Esempio 1
Tipologia B – Esempio 2
Tipologia B – Esempio 3
Tipologia C – Esempio 1
Tipologia C – Esempio 2

Katia Ardemagni



ADS

GDPR COOKIE POLICY: Per poter gestire al meglio la tua navigazione su questo sito verranno temporaneamente memorizzate alcune informazioni in piccoli file di testo denominati cookie. È molto importante che tu sia informato e che accetti la politica sulla privacy e sui cookie di questo sito Web. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra politica sulla privacy e sui cookie. OK, Accetta Informazioni