Regionali Lombardia, Maroni non si ricandida

Pare ormai sicura la decisione del governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni di rinunciare alla candidatura per le prossime elezioni. La scelta sarebbe dettata da motivi personali.

“Sulle regionali la coalizione conferma che si presenterà con candidati comuni e condivisi. Per quanto riguarda la Lombardia, se davvero il presidente Maroni per motivi personali non confermasse la disponibilità alla sua candidatura, verrebbe messo in campo un profilo già comunemente individuato”: ecco quello che riporta il comunicato congiunto del vertice del centrodestra ad Arcore.

Al vertice di Arcore, riporta l’Ansa, hanno preso parte Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni: qui è stato dato il via libera alla cosiddetta ‘quarta gamba’ del centrodestra, ma escludendo le candidature che non sono condivise da tutti i leader dei tre principali partiti. Tra i possibili nomi che affronteranno Giorgio Gori e Dario Violi, candidati rispettivamente del centrosinistra e del Movimento 5 Stelle in Lombardia, al momento il più accreditato è quello di Attilio Fontana, leghista ex sindaco di  Varese.

Foto: Regione Lombardia